venerdì 22 maggio 2009

su noemi e colleghe


Crocchettose,

io mi domando una cosa? In tutta questa bagarre Noemi -papi Berlusconi-aspirante velina ecc

Ma questa madre di Noemi che permette alla figlia di farsi fare un book fotografico del genere (ai tempi non aveva ancora 18 anni) affinchè diventi velina, come diavolo è messa?

Io avrò avuto un'educazione diversa, io a 17 anni dovevo rientrare a casa presto.Io forse, non aspiravo a diventare velina, ma cspiterina, questa ragazza, è già vecchia, si è bruciata tutto.

Mi viene iin mente la Tatangelo, che a 21 anni ha già fatto talemente tante cose che sembra ne abbia 40 anni. Ma con la Tatangelo, forse non c'era di mezzo la madre, ma il fidanzato.

Bè stessa storia: peccato.
Bacetti
Pat


33 commenti:

  1. Che tristezza.
    Io a 17 anni dovevo pensare solo a studiare.

    RispondiElimina
  2. barbarella, già, ma perchè cambiano i tempi, qualcosa è storto?
    pat

    RispondiElimina
  3. Non c'è che dire: complimenti per la posa angelica e illuminata dalla luce del Signore...questa famigliola si sta rivelando davvero un'amicizia preziosa del Berlusca, un vero spettacolo nello spettacolo.
    La cosa che mi colpisce comunque è la serie di bugie sparate senza battere ciglio, poi scoperte via via come tali e nessuno che arrosisca, nessuno che si vergogni, nessuno che si scusi per aver provato a prenderci in giro.
    C'è la pretesa di poter raccontare quello che fa piùcomodo, e se noi non ci crediamo si offendono anche!
    Ma come atteggiamento non vi ricorda qualcos'altro?
    Contanto tutti sul fatto di averci ormai reso stupidi dopo averci inoculato per anni dosi massicce di prodotti mirati con precisione a renderci imbecilli e cretini, con l'unico obiettivo di fare il tronista o la velina.
    Roarrrr.

    RispondiElimina
  4. aaaaah ma paaaat!!! e quando lo dovevo venire a sapere io che eri in affitto quiii???
    un bacione!!!

    RispondiElimina
  5. Mah, Pat, non lo so.
    Io lavoro in mezzo a studenti universitari e mi sembra ci sia un abisso tra me e loro, ma anche tra quelli che studiavano con me e loro.
    Insomma io non mi sono laureata nel Giurassico, stiamo parlando di meno di 10 anni fa, ma caspita, il mondo è andato avanti molto in fretta.
    Forse io già ero un po' fuori dalla norma, il mio idolo era ed è ancora Fernanda Pivano e i miei riferimenti in quanto a stile erano e sono le grandi attrici del passato (Audrey e Catherine Hepburn, Lauren Bacall...) e Julia Roberts.
    Forse non sono tanto al passo coi tempi...

    RispondiElimina
  6. semplicemente mia, che ti devo dire, il mio tecnico si è esaurito..sono qui in affitto ora..
    @crisse non riesco a lasciare commenti da te..
    pat

    RispondiElimina
  7. Ciao Pat!!! FInalmente ti ho trovata!
    Ci sono genitori che (purtroppo) per avere un po' di fama, anche se di luce riflessa, farebbero qualsiasi cosa, anche permettere alla figlia di fare queste cose.
    Ma non escludo anche che lei le abbia fatte di nascosto dai genitori...non mi stupirei! Bacioni Pat!

    RispondiElimina
  8. Ero PetitePrincesse! (Silvia)

    RispondiElimina
  9. ciao petite princese..un abbraccio
    pat

    RispondiElimina
  10. Dovrebbero interevenire i servizi sociali perchè è inamissibile che una minorenne abbia condotta una vita simile. Il fatto di trovarsi in un ambiente agiato non può giustificare questo tipo di situazioni. Lori

    RispondiElimina
  11. Penso che la madre di Noemi, volesse solo spingerla per appagare più che altro i suoi di sogni che quelli della figlia. A 17 anni, io avevo in mente ben altre cose, forse come dici avevo un'educazione diversa, ma credo che per un tipo di vita e alcune scelte tipo questa occorra una certa maturità, che secondo me in questo caso, è mancata alla figlia, ma prima ancora alla madre. Della bagarre, pesno sia tanta pubblicità gratuita e basta una cosa un pò montata...
    baci

    Marco

    RispondiElimina
  12. sai cosa c'è di strano lori? io ho letto molto a riguardo di questa storia, e a me sembra che non è che questa ragazza abbia vissuto nello sfarzo fino ad ora..eppure dicono (magari è solo gossip) sia la figlia del premier, chissà..
    pat

    RispondiElimina
  13. Sai all'inizio lo avevo pensato anche io: la madre valletta di provincia, il finto autista di Craxi che fa da copertura, una certa somiglianza tra le foto di Noemi e quelle della MB. Ma con le correzioni automatiche di Photoshop e company si falsano parecchio le immagini (e i giornali lo fanno sempre, quando vogliono fare un servizio pro-qualcuno), e adesso mi sembra più plausibile l'ipotesi Veronica.
    D'altra parte ci sarà stato un motivo, se era così contento per il fatto che la biondina fosse diventata finalmente maggiorenne ...non c'è una faccina cattiva da aggiungere qui ma voi fate finta che ci sia!

    RispondiElimina
  14. oggi pur di andare in televisione si farebbe la qualunque, pur di essere in primo piano si arriva a vendere l'anima al diavolo...mia mamma quando avevo 17 anni non mi avrebbe mai e poi mai fatto fare una cosa del genere e sono d'accordo con lori...

    RispondiElimina
  15. ...non mi riferirivo tanto alla sua situazione familiare (anche se è un tantino strano che un impiegato statale abbia quella villa e che lei abbia intestati (pare) alcuni appartamenti), mi riferivo all'ambiente in cui si svolgevano le sue visite al Papi... Lori

    RispondiElimina
  16. Mi fai pensare a Bellissima, con Anna Magnani disposta a tutto pur di far recitare la bambina. E a me, che a 17 anni ero un essere informe, sgraziato, che si nascondeva dietro un grosso paio di occhiali ed era platonicamente innamorata di Sire Aragorn e Bono Vox (quello veramente, dura tuttora, con buona pace di Siegfried). C'è un tempo per tutto, e onestamente non mi sembra serio per una mamma accompagnare una figlia a scattare foto al limite del ridicolo (perché non si può parlare di osceno, fanno ridere, dai!). Qualcuno si ricorda quella scena de "Il Caimano", in cui l'attore che impersona Berlusconi inaugura le trasmissioni di Canale5? Ci sono le antesignane delle Letterine, ugualmente scosciate, il pubblico applaude e il finto B. passa in mezzo alle ovazioni chiedendo: "Vi piacevano, quelle ballerine tutte vestite che vedevate sulla RAI? Ecco cosa vi porto io!" (o qualcosa di simile).
    Ecco, appunto: ECCO COSA CI HA PORTATO.

    RispondiElimina
  17. Ho pensato la tua stessa cosa, ma poi ho visto la mamma...la figlia sta realizzando chiaramente un sogno che anche lei condivide, e il dramma è che i genitori sono complici a raggiungere lo scopo con tutti i mezzi... poveri noi!!

    RispondiElimina
  18. magari la tatangelo ha fatto comunque di testa sua, qui forse la madre sta cercando di realizzare attraverso la figlia le sue ambizioni...rivedevo "notte prima degli esami" e facevo il paragone con la generazione dei ventenni attuale: se per i maschietti il massimo della trasgressione era vedere "colpo grosso" e "drive in" ed ora invece trovano tutto spiattellato su internet....siamo distanti anni luce...per noi ancora molte cose dvevano essere una conquista, per questi ragazzi sono date per scontate...

    RispondiElimina
  19. francesca, che ti devo dire, d aun lato sembra un gesto di altruismo dall'altro mi sembra un gesto masochistico, anche prchè poi che rapporto avranno queste due.la vita è lunga e non si sa mai se questa scelta porterà alla felicità della figlia.

    RispondiElimina
  20. Ciao Pat..
    non mi sembra tanto una posa da verginella come vuol far credere.. mah!
    Meglio sorvolare..

    RispondiElimina
  21. E' messa male la madre..molto male,ma non mi meraviglio di nulla.Mia figlia ha quasi 17 anni e cerco di farle capire che per costruire il suo futuro deve impegnarsi e studiare..è un'età difficile ma ci si prova sempre ogni giorno con il dialogo.Ciao Pat

    RispondiElimina
  22. @Brunhilde: sì, le pose sono volgarmente ridicole più che oscene.
    Ma dico, ci pensate a Emilio Fede? povera anima, non ha passato al provino la Noemi del Suo Amato Nume!!! secondo me non ci dorme la notte...

    RispondiElimina
  23. Ciao!!!Da sempre,ci sono state madri ambiziose nello showbusiness.Madri spregiudicate che spingono le figlie verso un successo a tutti i costi.Pensa a Britney Spears e a Lindsay Lohan,ragazze ormai bruciate.Da anni la stampa accusa le loro madri e attribuisce a loro gran parte dei problemi di queste due ragazze.Noemi è l'esempio più recente e secondo me non sarà l'ultimo purtroppo.
    Queste madri sono un modello negativo,ma bisogna dire che figli di genitori ambiziozi,spesso,hanno maggior autostima,si impegnano di più e raggiungono i risultati desiderati quasi sempre...Basta usare il buon senso e avere sempre in mente che il successo è importante ma altrettanto importante sono la serenità ed il rispetto per noi stessi...
    Bentornata!
    un bacio Marina

    RispondiElimina
  24. Sono pienamente d'accordo con te tesoro..sembrano già vecchie!! Anch'io ho avuto un'educazione diversa...a 17 anni dovevo rientrare alle 23.30 se uscivo la sera..e la discoteca me la potevo scordare! A parte a Capodanno! :-P
    Non capisco..cmq ci sono certe madri che farebbero prostituire la figlia pur di farle avere successo...e lo dico perchè ne sono certa...quando partecipavo ai concorsi di bellezza ne vedevo di cotte e di crude (mamme che facevano vedere ai giurati le figlie che sfilavano in perizoma, pur di farle rientrare tra le prime 3)...

    baci baci,
    Manu

    missmanu83

    RispondiElimina
  25. Sono completamente d'accordo con Marinaki. E sono pure convinta che quelle foto mica sono arrivate da sole sulla scrivania della Morvillo.. vogliamo scommettere che Mammà ne sa qualcosa?
    In fin dei conti, poi, visto il cursus honorum di due Ministre della Repubblica in carica, perché non sognare un simile futuro anche per la propria bambina? I tempi cambiano e solo i fessi non si adeguano.

    RispondiElimina
  26. Marinaki mi fa venire in mente una riflessione che ho fatto spesso gli anni passati, quando facevo la spettatrice ai giardinetti guardando il mio pargolo. Lui povero figlio d'una madre scassapalle che se faceva una cosa un filo storta all'amicuzzo, all'aiuola o al passerotto gli piazzava una scenata di quelle da rivoltargli i calzini ai piedi si conrontava col pargolo medio da giardinetto, supportato attivamente da genitori che lo aizzavano contro compagnetti, passerotti e arredo urbano in genere.
    Il mio aveva sicuramente molta meno autostima di quegli stronzetti figli di genitori ambiziosi che erano e sono addestrati a prevaricare, comandare, calpestare. Hanno delle autostime grosse così, certo: ma appena escono dal loro quartierino si sgonfiano come palloncini bucati, e alla prima difficoltà che devono affrontare da soli scappano con la coda tra le gambe.
    Il mio l'autostima se la sta costruendo da solo adesso, un pezzo alla volta: un buon risultato sportivo guadagnato col suo sudore, un bel voto seguito ad una interrogazione "...divertente ma', sapevo rispondere a tutte le domande che mi ha fatto!", la soddisfazione di sapersi muovere da solo per la città prima di tanti altri fertilizzati dai complimenti genitoriali ma trasportati implacabilmente ovunque.
    Io sarò anche stata un po' pesante come madre ma credo proprio che non gli abbia fatto male.
    Ho preso la tangente, portate pazienza ma quando parlo di allevamento pargoli mi ci appassiono più che per i cavalli----il che è tutto dire :-)

    RispondiElimina
  27. A me non convince questa storia. possibile che ci siano solo mamme frustrate e arriviste che rivresano sulle loro figlie i loro desideri di fama? mi viene in mente "Bellissima" con la Magnani... capolavoro cinematografico di una tragica e comunissima realtà, a voi no?
    che sia o meno figlia del premier, poco mi importa. Preferisco che la politica si occupi di politica e non siano i gossip piuttosto a tener banco e a titolare le prime pagine, sbaglio?

    RispondiElimina
  28. Certo, Gdn, il punto è proprio questo. "Cui prodest" che una diciottenne stia concentrando l'attenzione dell'opinione pubblica italiana su di sè?
    E inoltre: i mezzi di comunicazione italiani, finanziati come sono dallo Stato e (tranne rare eccezioni, vedere Il Manifesto) tutti controllati da qualche grosso azionista, sono davvero oggettivi?
    Che si raccontino balle sul conto della ragazza è fuor di dubbio. Ma io sono altrettanto convinta che il lato segreto di questa vicenda, qualunque esso sia, resterà ben nascosto. Tutto il resto fa parte del gioco, e noi abbiamo l'unica libertà di fregarcene, negando a madre & figlia l'unica cosa che interessa loro: la nostra attenzione.

    RispondiElimina
  29. @Cantalupo:Sono d'accordo con te e ti dirò mi ricordi molto mia madre ,anche lei gemelli.Ma questi sono casi di un'ambizione in eccesso.Manca l'educazione,l'intelligenza del genitore che sempre funziona come modello per il figlio.Io ho parlato di una ambizione,come posso dire,moderata,usata con buon senso.E sono convinta che aiuta tutti perchè fortifica la nostra volontà di impegnarci,di lavorare,di andare avanti e di ottenere quello che meritiamo.I risultati arrivano spesso e cosi l'autostima aumenta...Ho voluto riferire anche il lato positivo.
    p.s.mi scuso per il mio italiano...

    RispondiElimina
  30. Marinaki, ma il tuo italiano è perfetto! avevo capito che ti riferivi ad un grado di ambizione ragionevole sai, il mio era solo un ragionamento galoppante di conseguenza. Ogni tanto mi prendo la mano da sola!
    Ma dimmi, poi si perdona la mamma scassapalle....vero?? ti prego dimmi di si!

    RispondiElimina
  31. Non c'è niente da perdonare..Sul serio!E te lo dice una persona che ancora piange quando la mamma va giù pesante.Però non è questione di perdonare,ma accettare voi per come siete.Poi,io assomiglio a mia madre e tuo figlio sicuremente a te!!!Dunque,stai tranquilla!
    p.s.:Anch'io sono figlia unica e per niente viziata ma cresciuta con i piedi per terra,ma molto terra....E mi va benissimo cosi!

    RispondiElimina
  32. Per la verità di questa noemi ho sentito parlare poco, da un po' non leggo quotidiani e al tg preferisco un film o una camminata nel verde (anche perchè così salto la cena) ..ora che ho visto questa foto mi viene da dire..e meno male...
    Boh...ùbah...
    Io sostengo che la rovina dei figli siano molto spesso proprio i genitori (o i fidanzati se hanno l'età dei genitori...)...queste sono delle giovani vecchie, vuote come vasi di argilla...belle quanto vuoi ma..così fragile, che quando si romperanno non ne rimarrà proprio nulla...

    RispondiElimina
  33. @Cantalupo: si,la mamma scassapalle si perdona e ti dirò di più, quando mi trovo a confrontarmi con le Noemi di turno si ringrazia anche! mi sembra di essere tra di voi quella che più si avvicina alla generazione di Noemi ma solo per questioni anagrafiche,per il resto condivido ogni vostra singola parola!I miei genitori mi hanno sempre un po' limitata rispetto alle mie compagne:niente concerti,niente motorino,niente uscite oltre un certo orario e quando sono stata bocciata a scuola ho passato l'estate a lavorare come cameriera mica a Ibiza con tutte le spese pagate!Mi ha sempre affascinata il mondo dello spettacolo,ho sempre sognato di diventare "famosa" ma presto ho capito di non averne le capacità (nè x il canto,nè x il ballo,tantomeno per le passerelle) e allora,semplicemente,mi sono rimboccata le maniche e ho iniziato a cercare "il successo" altrove.A volte con il supporto dei miei genitori,a volte meno.Se non altro,se cado so come rialzarmi,l'ho fatto tante volte.Se questa pseudo diciottenne (daii ha una faccia che sembra mia zia!) incespica solo per cercare di salire qualche gradino figuriamoci come reagirebbe ad una caduta socale( quelle di stile a giudicare dalle foto non le interessano).

    almeno Nonna Tatangelo sa cantare...

    RispondiElimina